Real-time Journalism: il futuro della notizia
Il Monella

Mumble mumble...

Real-time Journalism: il futuro della notizia

Ovvero: il coinvolgimento del lettore nell'era del giornalismo post-industriale.

"Il tempo della notizia – news cycle – è passato dalle 24 ore ai 24 secondiIl real-time crea coinvolgimento alla luce - non a dispetto - di questo cambiamento"

Real-time Journalism - Il futuro della notizia fra liveblogging e coinvolgimento esplora il mondo del giornalismo in diretta e lancia la sfida dell'engagement del lettore: unica, vera unità di misura del mondo digitale.  

In parallelo con la pubblicazione di questo mio primo saggio in formato ebook, viene lanciata questa pagina come primo blog collettivo italiano sul tema, e approdo naturale per tutti i naviganti italiani nel mondo del giornalismo real-time. Consideratelo come un dialogo in tempo reale, invece che una monolitica vulgata:  un viaggio comune, non un soliloquio: così come auspico che sia il giornalismo del futuro.

Siete invitati - tecnici, giornalisti, curiosi e lettori - a commentare e inviare spunti di riflessione. 

Richiedete l'accesso alla piattaforma, e vi sarà dato. Potete usare il comodo box qui sotto. L'hashtag per la discussione è #realtimejourno: gli spunti colti su Twitter nutriranno questo liveblog, e viceversa. La mia email è lillo@ilmonella.com. 

  • Now that fans can get direct access to their favourite players and teams via Twitter / official websites - what is going to ensure that you remain relevant/ don't become obsolete - will there always be a place for sports reporters?
    robin.minchom 8/6/2013 5:00:10 PM
    Commenta ()
  • Yeah, OK. That's a wee one. Quick: Argue your relevance! Go.
    Derrick Goold 8/6/2013 5:00:58 PM
    Commenta ()
  • Yup simple - why do you exist...? :-)
    robin.minchom 8/6/2013 5:02:22 PM
    Commenta ()
  • Here Derrick's point comes in: we as journalists can do the analyses of what the players and teams put on their personal/club/team accounts. Do assess what is being said, analyse why they say it etc.
    Tom Klein (hessenschau.de) 8/6/2013 5:02:36 PM
    Commenta ()
  • Journalism is what it's always been, and Tom and Derrick's point stands true. The difference is that the process is much more visible online than it ever was before. Doesn't mean that people don't need a journalist to do the analysis of what is happening.
    Sky Sports 8/6/2013 5:04:47 PM
    Commenta ()
  • So it's about analysis and being objective - not what happened but why...
    robin.minchom 8/6/2013 5:04:51 PM
    Commenta ()
  • If anything, with so much to digest now online and on social, they need journalists more than ever!
    Sky Sports 8/6/2013 5:05:59 PM
    Commenta ()
  • Interesting point Robert!
    robin.minchom 8/6/2013 5:06:23 PM
    Commenta ()
  • I've got a feeling Derrick will have something to say on this too...
    robin.minchom 8/6/2013 5:07:03 PM
    Commenta ()
  • If Tiger Woods tweets something, then it's going to capture a big audience, but it's the journalists that take that tweet, make it into a story and gives it context.
    Sky Sports 8/6/2013 5:07:41 PM
    Commenta ()
  • True, Robert. I also think it's our job to know as many sources of information as possible, many more than an average user, and connect what is being said there. And then do the analyses.
    Tom Klein (hessenschau.de) 8/6/2013 5:08:33 PM
    Commenta ()
  • The question of our place in this new landscape I think ties nicely back to Robin's point about how social media makes Everybody a Reporter. That's definitely true. News can break anywhere at any time from almost any one. But like the little blue check that appears by a verified account, our coverage adds a gravity to tweets or liveblogs or chats that goes beyond just the 140 characters spun from the stands. I think we have to really cling to that and make sure our standards and what we write in social media and on liveblogs holds fast to the same standards we'd have for our broadcasts or our articles in the paper. Teams tweet to promote their game, their product, and their news that serves the previous two. Players tweet to promote a brand or just for fun. We have the opportunity to guarantee our analysis brings together all of our reporting and our knowledge to something much more -- to offer the reader a deeper, more independent view that they can trust comes without spin. That's the goal. And, yes, it comes wrapped in our personality. That's unavoidable. No other outlet for information can offer all that we can in terms of history, context, reporting, analytical analysis and so on. That's how we remain relevant. The teams and the players may offer the picture -- a simple snapshot -- of what happened. We provide the 1,000 words of meaning.
    Derrick Goold 8/6/2013 5:09:51 PM
    Commenta ()
  • Exactly, the bigger picture and the context is so important. Otherwise it's a series of events not connected, journalists can make the connections, bring in knowledge and wider sources and create something much bigger.
    Sky Sports 8/6/2013 5:10:23 PM
    Commenta ()
  • So can we continue to exist please?
    Sky Sports 8/6/2013 5:10:39 PM
    Commenta ()
  • Alright then... I'm convinced!
    robin.minchom 8/6/2013 5:11:00 PM
    Commenta ()
  • I think that's a most pertinent point to finish on - and we can be safe in the knowledge that sports reports will still have a role to play going forward.
    robin.minchom 8/6/2013 5:11:16 PM
    Commenta ()
  • :-) Robert, we surely will.
    Tom Klein (hessenschau.de) 8/6/2013 5:11:16 PM
    Commenta ()
  • As for live reporting - it's an art, it's about mixing analysis with emotion, it's about mixing all sorts of content, it's about building a community, and building momentum.
    robin.minchom 8/6/2013 5:12:04 PM
    Commenta ()
  • We've run over a little bit, but I'd just like to say thank you so much for taking part in this live discussion.
    robin.minchom 8/6/2013 5:12:28 PM
    Commenta ()
  • Thanky you very much for the discussion. It's been a pleasure to meet you guys and discuss with you. Thank you Robin for organising the Q+A.
    Tom Klein (hessenschau.de) 8/6/2013 5:13:06 PM
    Commenta ()
  • It has been insightful and an absolute pleasure!
    robin.minchom 8/6/2013 5:13:32 PM
    Commenta ()
  • Thanks for having me, Robin. I enjoyed it. And I'm telling Robert now that I'm stealing the idea of dropping in video as part of the liveblog analysis. Great idea. That's an element I've only toyed around with -- opening a pack of baseball cards for kicks during a chat -- and wondered where to go next with it. Now I know. If there are any questions that stir up after this chat I'm available at dgoold@post-dispatch.com or on Twitter, @dgoold.
    Derrick Goold 8/6/2013 5:13:38 PM
    Commenta ()
  • Yes, thanks all, really interesting. And Derrick, we cover very little baseball over here so you can take that and run with it as your own!
    Sky Sports 8/6/2013 5:14:25 PM
    Commenta ()
  • That's what we want to see - a transatlantic cross pollination of ideas!
    robin.minchom 8/6/2013 5:14:40 PM
    Commenta ()
  • Thanks again everyone for taking part - we will have a summary article up on our site in no time.
    robin.minchom 8/6/2013 5:15:20 PM
    Commenta ()
  • It has been a pleasure and I look forward to doing it again sometime...
    robin.minchom 8/6/2013 5:15:36 PM
    Commenta ()
  • Avete appena assistito (qui sotto) ad una live chat in esclusiva con:

    - Robert Hodges, social media editor di Sky Sports UK;
    - Thomas Klein, giornalista, educatore ed esperto di nuovi media per la ARD (la RAI tedesca);
    - Derrick Goold, Senior Cardinals Beat reporter per la pubblicazione americana St Louis Post Dispatch

    Si è parlato di coinvolgimento del lettore nel giornalismo sportivo, del real-time e dell'uso dei social media per creare interazione e fidelizzare i fan, dei i problemi legati alla competizione pugnace della blogosfera, oltre che all'emergere di nuove forme di comunicazione diretta da parte delle stesse squadre, da parte di leghe, associazioni, atleti e agenti che mirano a eludere la mediazione tradizionale del giornalista.

    "It’s that teams, leagues, associations, athletes and agents are all increasingly bypassing journalists and using digital tools to communicate directly with fans. Right now, this stuff is mostly marketing. But as sports organizations become more sure-footed digitally, they will become journalists’ competitors."

    www.poynter.org

    Domani cerco di fare il punto per chiunque se la fosse persa: ci sono stati un sacco di spunti interessanti! Buona serata a tutti!
    lillo 8/6/2013 5:32:29 PM
    Commenta ()
  • il liveblog non è un solista, ma il direttore di un orchestra che comprende l’articolo classico, con un suo spazio definito nel giornale con i suoi tag e tutti i supporti tradizionali del nostro lavoro; i social e i video. Tenere insieme la narrazione permette a ogni contenuto di poter raggiungere pubblici diversi che vengono via via stimolati a entrare in relazione con tutti gli strumenti.

    Marco Giovannelli recensisce Real-time Journalism su VareseNews.
    lillo 8/7/2013 8:51:49 AM
    Commenta ()
  • Alcuni comandamenti del nuovo giornalista sportivo (real-time)

    Ieri è andata in onda su questa pagina una fantastica live chat fra esperti di giornalismo sportivo digitale di tre paesi diversi: Tom Klein (@tmsklein), educatore, teorico (su uno dei principali blog  we.makesocial.tv dal titolo abbastanza ovvio) e giornalista multimediale per la radiotelevisione pubblica ARD; Robert Hodges (@RobertKHodges) social media editor di Sky Sports a Londra, uno delle menti dietro il progetto 92Live raccontato qualche giorno faDerrick Goold (@dgoold), esperto di sport americani (da buon americano), soprattutto di baseball, e reporter al The St. Louis Post Dispatch (dal 2004 non si stanca mai di sperimentare nuove soluzioni tecniche e teoriche per creare coinvolgimento tra i fan della propria community: ha mantenuto un blog, Bird Land, per oltre dieci anni, ha svolto reportages investigativi e ha fatto cose come queste... Derrick Goold Live Chat e Cardinals Spring Training)

    Dalla discussione, sono emerse molte riflessioni interessanti sul futuro di una professione a rischio, soprattutto a causa del crescente processo di 'disintermediazione' di squadre e addetti ai lavori, come già scritto, che renderebbe superfluo il ruolo di vox media del giornalista sportivo.
    Eccone alcune di queste: 

    • Il ciclo della notizia 24/7/365 (praticamente non stop) significa essere sotto costante pressione per imminenti scadenze: la necessità di produrre qualcosa subito dopo aver notato un tweet è quasi minacciosa nella sua inesorabilità: la notizia è flusso costante; 
    • Una volta, prima dei social media, i lettori si rivolgevano al giornalista sportivo. Ora avviene il contrario: è il giornalista sportivo a rincorrere i lettori, che hanno la possibilità di rivolgersi altrove, dove trovano più immediatezza, una voce più affine ai propri interessi o più specializzazione e profondità di analisi;

    Come creare una comunità di lettori? 

    • Robert Hodges sostiene la necessità - soprattutto per una radio o una televisione come Sky Sports - di dare l'impressione di dialogo e immediatezza nei propri liveblogs: il tono crea l'impressione che il giornalista si rivolga direttamente ai propri lettori. Invitare questi a scambiarsi opinioni reciprocamente è il passo successivo. 
    • Thomas Klein ricorda il progetto radiofonico Champions League Social Radio: durante il match, i lettori potevano inviare le proprie domande agli ospiti del programma radiofonico attraverso un liveblog, e molte di queste ricevevano risposta in diretta. Una sorta di conversazione che procedeva in ambo i sensi. Tom Klein ha anche sottolineato l'importanza della costanza nella programmazione di eventi 'in diretta', partendo con qualcosa di semplice e molto seguito (il calcio, ad esempio), per poi esplorare l'applicazione di queste tecniche ad altri sport. 
    • Derrick ha fatto notare come le interazioni via email sono sempre state alquanto statiche, in passato. Poi arrivava l'articolo, il monolite sganciato sulla pagina, e la conversazione proseguiva forse la settimana successiva. Nuove tecnologie real-time (come quelle descritte nell'ebook) permettono una simultaneità prima difficile da concepire. Sperimentare con domande dirette, foto, sondaggi, giochi è fondamentale per mantenere alto il livello di coinvolgimento. Usate le risposte dei lettori come spunto per la prossima live chat. 
    • Fare giornalismo sportivo vuol dire non solo concentrarsi sulla partita.... 
    Great point Derrick, something we are looking to do much more this season in football. Starting our live blogs up to 24 hours before has proved really effective in building up excitement and engagement for a live event.Robert HodgesAug 6, 2013 at 6:43 PM

    • Il passaparola dei fan è il discrimine fra successo e disfatta di un'iniziativa editoriale. 
    • E' importante sperimentare: quando una cosa non funziona, si archivia l'esperimento e si riparte. Nessun giornalista può sopravvivere senza sbucciarsi le ginocchia. 

    We get a lot of viewers for our online chats, but not a lot of participation...are there any methods you use in particular to get viewers to become commenters and take a more interactive approach to the chat?CodyAug 6, 2013 at 6:31 PM

    • Thomas: "i lettori amano quando vi rivolgete a loro direttamente. Fatelo." Robert concorda: abbiate una personalità, i lettori devono quasi percepire il dialogo con una persona in carne ed ossa, invece che con una fredda azienda o, peggio, un programma automatico di produzione di notizie (la scimmia che vinse il Pulitzer, ndr...). Divertitevi, e i vostri lettori si divertiranno con voi. 
    Quando si copre un evento sportivo, quali sono le cose più importanti da tenere a mente? 

    Thomas dice: le statistiche. Gli utenti le amano, e si possono preparare in anticipo per pubblicarle poco a poco. Poi c'è da considerare le emozioni dei fan in quella particolare contingenza temporale, e cavalcare l'onda. Una buona combinazione di personalità e professionalità è importante per mantenere alto il livello di rispetto per il lavoro svolto. 

    Il liveblog si genera quasi da solo dalle notizie del giorno: l'annuncio della formazione e di possibili controversie ad essa legata è un ottimo punto di partenza per lanciare un evento real-time che porta il lettore fino al fischio d'inizio. Aggiornamenti, ma anche analisi sul significato degli aggiornamenti offerti con cadenza regolare (altrimenti il lettore abbandona la pagina) e tanta, tanta preparazione. 
    Maggiore la preparazione, maggiore la quantità di materiale a disposizione per coprire i momenti 'morti'  durante la diretta. 

    Quale la giusta proporzione fra commenti dei lettori, tweets, immagini, testo? Si tratta solo di una questione istintiva?

    In generale, dice Robert, il liveblog dovrebbe riprodurre il ritmo naturale dell'evento sportivo narrato. Frenetico, quando si tratta delle concitate fasi finali di una finale di coppa; più calmo e ponderato, quando si tratta dell'analisi pre-partita. ("The blog should reflect that the amount of comments, colour and links we bring into them and when we bring them in. Of course it also depends on the sport as well.")

    Instinct and timing - very good points, Derrick. Liveblogging is a craft, sometimes even an art. To do it really well, you have to have a lot of training, I think.Tom KleinAug 6, 2013 at 6:52 PM

    To Robin's question on the rules of live reporting: I do try to keep in mind that the goal is to drive traffic to our coverage and break news on our site whenever possible. We're out to highlight The Post-Dispatch's coverage and bring people to it, not simple fire off a little news on Twitter and let it drift, untethered to our site. That's very important, I think. Images, texts, add to that. I think to a point it's instinctual and it's timing. Everything starts with the question how can I grow the traffic/audience and do that for our site/paper? From there, you do kind of float with the rhythms of the news and the game. When and how to include readers comments into a liveblog/chat is far more art than science. That definitely takes a feel for the pulse of that particular liveblog/chat. Just like games, no two are the same ...Derrick GooldAug 6, 2013 at 6:50 PM


    E infine la domanda da un milione di dollari: che ne sarà del giornalista sportivo se Tiger Woods riesce a fare notizia da solo con un semplice tweet? 


    If Tiger Woods tweets something, then it's going to capture a big audience, but it's the journalists that take that tweet, make it into a story and gives it context.
    Robert HodgesAug 6, 2013 at 6:07 PM

    True, Robert. I also think it's our job to know as many sources of information as possible, many more than an average user, and connect what is being said there.And then do the analyses.Tom KleinAug 6, 2013 at 6:08 PM

    Tutti sono oramai reporter. Ma il giornalista è quello che sa verificare: il suo tweet ha più gravità, rispetto, peso che il tweet di chiunque altro. Derrick sostiene che questo dà ancora molto margine di manovra, ed è qualcosa a cui potersi aggrappare saldamente: è necessario curare i propri standards qualitativi per non perdere tale aura di rispetto, che conferisce unicità. "Abbiamo l'opportunità di offrire analisi e contesto, una visione indipendente (guai se non fosse percepita come tale!).. e il tutto avvolto da una buona dose di personalità. E' così che possiamo rimanere ancora importanti, rilevanti. Le squadre o i giocatori possono offrire uno spaccato, un'immagine, un lampo di ciò che è successo. Noi aggiungiamo quelle 1,000 parole di senso."

    lillo 8/7/2013 10:12:12 AM
    Commenta ()
  • Anche le ONG si fanno redazioni real-time

    Guardate questo esempio di Oxfam, la più grande charity del Regno Unito.

    "From 7 to 13 August, top photographer Perou will be reporting live from the field as he visits Oxfam's work in Kenya. Tune in all week as Perou sends back photos, audio and video of what it's like to see Oxfam's work in action, takes over our Twitter feed and answers your questions live!"

    Molto bella l'idea di permettere agli utenti di registrare il proprio messaggio vocale su AudioBoo e commentare in questa maniera interattiva! Due strumenti (ScribbleLive e AudioBoo) usati simultaneamente per aumentare l'engagement del lettore.
    La narrazione, infine, avviene direttamente 'dalla strada', dal Kenya, mentre lo staff londinese fa da direttore d'orchestra.

    lillo 8/7/2013 2:49:35 PM
    Commenta ()
  • Servizio assistenza clienti.. in tempo reale!

    Stavo prenotando un volo, quando é comparsa questa... neanche in vacanza tranquillo posso andare senza essere ossessionato dal real-time!

    by lillo on Aug 7, 2013 at 5:02 PM


    lillo 8/7/2013 3:03:59 PM
    Commenta ()
  • BBC introduces cautions with #UGC t.co via @guardian #realtimejourn ethical challenges #verification #speed
  • It's International Cat Day....

    www.einslive.de
    Una roba alla Buzzfeed, insomma. Pochi clicks....

    lillo 8/8/2013 9:15:15 AM
    Commenta ()
  • "Voglio dire che ancora oggi il giornalismo italiano parla di ciò che succede a Washington attraverso la lente dei suoi miti e di ciò che bene o male ha capito. Ma resta lontano dalla "cosa". Ci si chiede cosa cambierà, mentre sta già cambiando, per il semplice motivo che chi sta crollando difficilmente conosce le ragioni del proprio crollo e può solo immaginarne il punto di caduta. [...]

    La valanga sarà fortissima: cambieranno il modo di scrivere e i canali, i "generi" e le parole, forse resterà il conflitto tra le proprietà e la politica: ma poi chi sarà il Bezos italiano? Forse non ci sarà, ai margini del sistema gli avvenimenti sono irrilevanti... "

    Qui i links alla discussione:
    blog.wired.it

    www.huffingtonpost.it

    blog.wired.it

    Grazie a gianlucamezzo
    lillo 8/8/2013 1:52:23 PM
    Commenta ()
  • Maremma: "Giornalismo su carta e Web". Ma siamo ancora qui? @marcogio59 t.co
  • Sulla homepage del tabloid tedesco Bild.de, tuttora il sito di informazione più visitato in Germania 

    Un bel widget con i principali eventi del giorno in formato timeline. Molto interessante anche la soluzione di Manchester Evening News, o ABC in Spagna (Gruppo Vocento), e i loro flussi continui di notizie sulla home che rimandano alla sezione 'tempo reale', nella quale è possibile rimanere sempre aggiornati senza perdersi nulla. 

    by lillo on Aug 9, 2013 at 1:04 PM

    lillo 8/9/2013 1:11:25 PM
    Commenta ()
  • Il bel dialogo scaturito da una bella recensione

    Leggo la bella recensione di @alessandro_c sul sito Solotesto.info (per cui lo ringrazio) e la discussione nata su Twitter con Marco Giovannelli di VareseNews solo ora - ho avuto una piccola pausa da Twitter nei giorni scorsi. 



    Mi pare, così, di primo acchito, che concordiamo tutti su questo punto: "per prodotti evoluti, la curation definisce la qualità. Da fonti proprie (staff redazionale) o esterne, vince chi crea il prodotto migliore e chi ribadisce le proprie competenze tanto da separare facilmente il segnale dal rumore"  

    Concordiamo anche sul fatto che "q
    uando finalmente si cambieranno le logiche di valutazione dell’efficacia delle notizie online, allontanandosi dalla logica quantitativa su pagine viste e utenti [...] ne guadagneremo tutti e il liveblogging calerà tutti i suoi assi."

    by lillo on Aug 9, 2013 at 11:59 AM

    Alessandro tuttavia ha sollevato una perplessità: 

    Del 141tour di VareseNews ho scritto anche qui e sono molto incuriosito dall’esperienza. Ma proprio leggendo il libro di Monella mi è poi nato un dubbio: ma si tratta davvero di liveblog?
    Qual è il valore aggiunto della contemporaneità del racconto? Non si tratta di una specie di “instant longform” che si poteva anche lavorare al desk una volta raccolte notizie, foto, video, commenti sugli account Twitter?

    Il diretto interessato, Marco Giovannelli, ha commentato così su Twitter: 


    Per parte mia, ho cercato di rispondere in questa maniera (seguite i links): 



    Con un esempio preso dalla strada, sul campo di battaglia della realtà dei lettori (della cui esistenza i giornalisti talvolta si dimenticano): gli abitanti di Somma Lombardo, durante il #141tour, che si stupiscono nel vedere il giornalista pubblicare in presa diretta l'intervista appena effettuata... 

    ...il commento dell'utente a cui viene fornita risposta immediatamente, intrattenendolo in un dialogo che lo fa soffermare in pagina per un tempo maggiore, e chissà, un giorno tornare a seguire la tappa del paese vicino, e un giorno per leggere semplicemente le notizie relative alla propria provincia... 

    ...la lettrice che propone una direzione da seguire, e il giornalista che esplora, incuriosito... e lei che ringrazia...

    Tutto questo non è possibile con il prodotto 'freddo', come ben dice Alessandro. Ma soprattutto, come ha riflettuto in passato Giovannelli, viene creata quell'impressione di vicinanza e professionalità fra la community dei lettori. 

    Abbiamo già detto della vicinanza. Questa è importante non solo a livello editoriale, ma anche per l'aspetto della monetizzazione: crea anche nuove relazioni commerciali con le piccole imprese del territorio, piacevolmente colpite dalla professionalità del giornalista... laddove professionalità viene da me definita, in questa circostanza, come uno splendido mostrarsi al passo coi tempi, aggiornati, in possesso di strumenti nuovi, felici di sperimentare, cadere, sbucciarsi le ginocchia, rialzarsi e ripartire con ancora più grinta. 

    Quando una di queste piccole imprese si rivolge a VareseNews, colpita dalle competenze di community engagement in tempo reale dei suoi giornalisti (ipotizziamo che tale piccola impresa abbia bisogno di una piattaforma di pubblicazione, e di storytellers con esperienza per la copertura di un evento aziendale...), ecco che tutti i nodi vengono al pettine. 

    Spero questo accenno di risposta per ora sia sufficiente - c'è di mezzo il weekend, tanto relax e la testa poco concentrata sul lavoro. Sono lieto di riprendere la conversazione con voi a Digit, GLocal, via twitter, da blog a blog o semplicemente qui, in tempo reale. 

    Se mi dai la tua email, Alessandro, posso invitarti come scrittore ospite di questo spazio di dialogo sul giornalismo real-time: aperto a tutti, 24 ore su 24. Altrimenti, in altro trovi il pulsantino 'COMMENTA' o l'email per inviare ogni tuo, gradito contributo. 
    lillo 8/9/2013 4:26:04 PM
    Commenta ()
  • Rieccomi dopo l'assenza per il fine settimana. Torno ai posti di comando e do subito il benvenuto ad Alessandro di solotesto.info... dalla recensione, alla discussione su Twitter all'invito a collaborare in questo spazio aperto al dibattito il passo è stato breve. 
    Sarà scrittore ospite fin quando vorrà/andrà in vacanza/si annoierà.

    Neanche a dirlo... siete invitati anche voi, cari lettori: potete inviarmi ogni genere di contributo costruttivo nelle seguenti modalità. Ne troverete una che più vi si addice, ne sono certo. 


    - via email (v. in alto)
    - attraverso il pulsante 'commenta' (v. in alto)
    - su twitter, all'hashtag #realtimejourno (v. in alto)
    - vedi in alto

    by lillo on Aug 12, 2013 at 11:06 AM

    lillo 8/12/2013 9:11:54 AM
    Commenta ()
  • Parlando di giornalismo sportivo: creare fan engagement in tempo reale

    Fresco di stampa in questo frizzante mattino inglese, un esempio fresco fresco...
    Direttamente da Manchester, vi presento una live chat con l'esperto del desk sportivo del 
    quotidiano Manchester Evening News

    Offrire ai vostri lettori (parlo a voi, giornalisti sportivi) la possibilità di parlare con voi con regolarità è importantissimo al fine di fare community e fidelizzare il pubblico, soprattutto prima che la stagione sportiva inizi (in un momento in cui il traffico è tradizionalmente in fase calante).
    by lillo on Aug 12, 2013 at 11:42 AM

    Community Shield victory, the Wayne Rooney saga, City's summer spending - find out what MEN Sport editor Peter Spencer makes of these topics and more from noon today. We've opened the webchat early so you can submit your questions in advance.

    La promozione su Twitter per questo evento è buona, soprattutto - ed è interessante da notare - da parte di uno dei fan club non ufficiali del ManCity: una community online (quella dei tifosi del City) che si unisce a quella dei lettori di Manchester Evening News, il quotidiano del gruppo Trinity Mirror. 


    La live chat è abbinata a un 
    liveblog continuo su tutto ciò che riguarda il Manchester United, 24ore su 24: uno dei nodi della rete ManUtd in cui i tifosi possono andare per trovare rumors, notizie, tweets, immagini, video etc. 

    Su quale nodo finiranno (il sito ufficiale? Manchester Evening News? sottobosco di blog non ufficiali? Facebook?), questo i tifosi lo decidono a seconda della qualità e del tono della diretta. 
    lillo 8/12/2013 9:46:32 AM
    Commenta ()
  • Quando anche la politica si dà al real-time (se non va in vacanza)

    Essendo molti dei nostri politici già in ferie... da tempo.. almeno un ventennio... volgo lo sguardo dall'altra parte del mondo, al governatore di Entre Rios, una provincia argentina: El Pato Sergio Urribarri, che ha lanciato un liveblog per non lasciare nulla al caso durante la corsa per la rielezione. Direttamente dal bunker dell'ufficialismo kirchnerista, en vivo
     
    Lo strumento è utilizzato per ricevere commenti - la maggior parte sono di natura positiva, ma non manca chi si lamenta che la sua voce non sia stata finora ascoltata: "Mil felicitaciones Sr Gobernador y a seguir con mas fuerza que nunca".


    by lillo on Aug 12, 2013 at 12:07 PM

    E tanti, tanti esempi di tour elettorali seguiti in diretta durante la scorsa campagna elettorale americana.... ne ho già parlato nell'ebook, ma se siete interessati a saperne di più, non esitate a contattarmi. 
    lillo 8/12/2013 10:14:21 AM
    Commenta ()
  • Quale film seguiamo assieme questa settimana?

    Poll: Later this week we'll be liveblogging along with one film being screened on terrestrial TV. Which one would you like to watch-along?


    Un'iniziativa del Guardian: www.theguardian.com
    lillo 8/12/2013 4:29:12 PM
    Commenta ()
  • Complimenti!
    Luca Garosi 8/13/2013 8:52:20 AM
    Commenta ()
  • Parlando di second-screen experience, e di interessanti progetti futuri...

    lillo 8/13/2013 8:52:49 AM
    Commenta ()
  • #141Tour Dietro le quinte t.co @lillomontalto @marcogio59 tutto più chiaro live e coinvolgimento t.co
Offerto da ScribbleLive Content Marketing Software Platform