Real-time Journalism: il futuro della notizia
Il Monella

Mumble mumble...

Real-time Journalism: il futuro della notizia

Ovvero: il coinvolgimento del lettore nell'era del giornalismo post-industriale.

"Il tempo della notizia – news cycle – è passato dalle 24 ore ai 24 secondiIl real-time crea coinvolgimento alla luce - non a dispetto - di questo cambiamento"

Real-time Journalism - Il futuro della notizia fra liveblogging e coinvolgimento esplora il mondo del giornalismo in diretta e lancia la sfida dell'engagement del lettore: unica, vera unità di misura del mondo digitale.  

In parallelo con la pubblicazione di questo mio primo saggio in formato ebook, viene lanciata questa pagina come primo blog collettivo italiano sul tema, e approdo naturale per tutti i naviganti italiani nel mondo del giornalismo real-time. Consideratelo come un dialogo in tempo reale, invece che una monolitica vulgata:  un viaggio comune, non un soliloquio: così come auspico che sia il giornalismo del futuro.

Siete invitati - tecnici, giornalisti, curiosi e lettori - a commentare e inviare spunti di riflessione. 

Richiedete l'accesso alla piattaforma, e vi sarà dato. Potete usare il comodo box qui sotto. L'hashtag per la discussione è #realtimejourno: gli spunti colti su Twitter nutriranno questo liveblog, e viceversa. La mia email è lillo@ilmonella.com. 

  • WOOOHOO!
    "We are trendy and we know it"
    dig.it 9/16/2013 9:15:01 AM
    Commenta ()
  • @marcoprat nel giornale 3 articoli utili, con twitter posso avere decine di documenti interessanti selezionati dai miei contatti .#digitfi 13
  • Perché comprare un giornale quando posso raccogliere i migliori 20 articoli usciti nel mondo tramite il web? @marcoprat #digitfi 13
  • Giusto tema: 

    dig.it 9/16/2013 9:18:22 AM
    Commenta ()
  • Apparte il passato remoto, ma per rendere l'idea, mica male: 

    dig.it 9/16/2013 9:20:18 AM
    Commenta ()
  • dig.it 9/16/2013 9:22:23 AM
    Commenta ()
  • Tommaso Tessarolo introduce il concetto di carnet di articoli da offrire ai lettori
    dig.it 9/16/2013 9:24:43 AM
    Commenta ()
  • Giovannelli sull'uso dei social nel locale:

    Twitter non ha ancora preso piede. L'abitudine dei nostri lettori, magari fermi al semaforo in coda, è quello di andare a vedere direttamente su VareseNews (naturalmente chi non è alla guida, giusto?)
    E questo vuol dire davvero valorizzare il prodotto
    dig.it 9/16/2013 9:27:59 AM
    Commenta ()
  • Bisogna riposizionare le informazioni sulle varie piattaforme coi linguaggi adeguati #digitfi 13
  • i giornali come piattaforme per esaltare la qualita' dei giornalisti oppure quelli bravi si staccheranno dalla testata @marcoprat #digitfi 13
  • Giovannelli:
    la singola persona può trovare anche le soluzioni ma è il giornale a dover essere da garanzia. Il progetto non è solo la persona ma è qualcosa di più. 

    dig.it 9/16/2013 9:33:04 AM
    Commenta ()
  • Prepariamoci, nel frattempo:
    e insieme a questo altri due lavori giornalistici
    dig.it 9/16/2013 9:33:52 AM
    Commenta ()
  • Su cittadinireattivi.it l'utente può partecipare tramite segnalazioni
    da dig.it


    dig.it 9/16/2013 10:39:19 AM
    Commenta ()
  • Rosy Battaglia, su una cosa che hanno riscontrato durante l'inchiesta, da scolpire:
    I dati, open o no, vanno verificati!

    dig.it 9/16/2013 10:40:19 AM
    Commenta ()
  • È il turno di Mar Mediterraneo tomba di migranti, progetto realizzato da Alessio Cimarelli e Andrea Nelson Mauro.
    dig.it 9/16/2013 10:46:39 AM
    Commenta ()
  • La mappa dei migranti nel mar Mediterraneo (i brividi, davvero)
    da dig.it

    La mappa è stata pubblicata su datajournalism.it il 22 aprile 2013 e presentata durante il panel “Il data journalism nell’Europa Meridionale” organizzato in collaborazione con European Journalism CentreOpen Knowledge Foundation e Fondazione Ahref nell’ambito del Festival Internazionale del Giornalismo 2013.
    dig.it 9/16/2013 10:47:36 AM
    Commenta ()
  • Sulle migrazioni nel Mediterraneo, qualche dato
    Dal 1988 sono circa 19mila, più di due al giorno, le persone disperse – conclude il presidente della Commissione Diritti Umani – o il cui corpo è stato ritrovato privo di vita. Nel corso del 2011, le vittime sono state oltre duemila. Nel 2012 circa 500. Nei primi mesi del 2013 poco meno di 200. E i mesi estivi annunciano altre tragedie
    (fonte)
    dig.it 9/16/2013 10:48:57 AM
    Commenta ()
  • Dal loro sito:

    Migliaia di persone ogni anno attraversano il Mediterraneo dirette verso le coste meridionali dell’Europa. Sappiamo molto, anche se non tutto, di coloro che riescono, tra mille difficoltà, a sbarcare carichi di speranze per una nuova vita. Non sappiamo assolutamente nulla, invece, di tutti coloro che partono da qualche parte e in qualche momento, ma non arrivano da nessuna parte. Nulla delle migliaia di storie spezzate, di corpi inghiottiti per sempre dal mare.

    dig.it 9/16/2013 10:51:26 AM
    Commenta ()
  • Questo è un grande progetto dataninja.it/mar-mediterran… #digitfi 13. Grazie a dataninja e a Gabriele Del Grande #migranti #fortresseurope
  • Alessio Cimarelli illustra le fasi del loro progetto

    dig.it 9/16/2013 10:53:02 AM
    Commenta ()
  • Uh! Segnaliamo subito, grazie

    dig.it 9/16/2013 10:54:35 AM
    Commenta ()
  • dig.it 9/16/2013 10:54:59 AM
    Commenta ()
  • Siamo a Firenze per seguire i lavori di #digitfi 13: sei secondi in diretta dall'Auditorium! #aspettandoglocal vine.co/v/hnxAmVzzFhw
  • Nel frattempo, dai workshop, un tema altrettanto centrale per noi, giornalisti digitali di domani!

    dig.it 9/16/2013 11:03:51 AM
    Commenta ()
  • Oggi pomeriggio Vincos parteciperà al panel delle 16.30 al #Digitfi13 organizzato da Libertà di Stampa, Diritto all'Informazione (LSDI) per parlare di giornalismo, social media e metriche di valutazione. Chi ci sarà?
    www.blogmeter.it
    Vincenzo Cosenza di Blogmeter al Dig.it di Firenze per parlare di giornalismo e social media...
    Commenta ()
  • @mammanodavid live e racconta #digitfi 13 attraverso l'aggregazione e il blog
  • Ricominciano i panel, accorrete! Marco Renzi introduce il tema del branded content: marchette o giornalismo?
    dig.it 9/16/2013 12:49:40 PM
    Commenta ()
  • A Dig.it continua l'attività del festival. In diretta dal seminario sul videoreporting
    IlGiunco Net 9/16/2013 12:50:12 PM
    Commenta ()
  • Gli speaker del panel

    dig.it 9/16/2013 12:51:18 PM
    Commenta ()
  • "Branded content" è una delle strade (discutibilissime a mio avviso) teorizzate per rilanciare il #giornalismo . #digitfi 13
  • Carlo Sorrentino inizia dicendo che quello che accade su Twitter e Facebook sono sostanzialmente interazioni.
    La realtà sociale è costruita sulla conversazione
    (Qui si entra nel sociologico, interessante)
    dig.it 9/16/2013 12:55:25 PM
    Commenta ()
  • Sorrentino dice che se è vero che gli esseri umani hanno sempre conversato tra di loro (prima in piazza, magari, all'interno di un microcosmo dentro il quale entrava il macrocosmo delle notizie che arrivavano da TV), ora questa comunicazione è esplosa e abbiamo tanti luoghi: la piazza è diventata casa nostra.
    Ciò che è accaduto (con lo scoppio) è la moltiplicazione dei luoghi conversazionali
    Sorrentino insegna Sociologia dei processi culturali ed Epistemologia della comunicazione, ma l'avevate capito
    dig.it 9/16/2013 12:58:12 PM
    Commenta ()
  • Scusate, parentesi dal workshop dall'altra sala, con una pillola da segnare:

    dig.it 9/16/2013 12:59:54 PM
    Commenta ()
  • Dicevamo, tornando a noi:

    dig.it 9/16/2013 1:01:14 PM
    Commenta ()
  • dig.it 9/16/2013 1:02:36 PM
    Commenta ()
  • Rossi (FNSI) Il problema non nasce con il digitale, lo scontro marchetta-giornalismo c'è sempre stato! #digitfi 13
  • Parentesi dall'altra sala, altre pillole dal workshop sul video-reporting, segnatevele lì

    dig.it 9/16/2013 1:53:09 PM
    Commenta ()
  • Grazie a il Giunco per il supporto fotografico. il Giunco è una delle testate che ospita il live blog di Dig.it.

    dig.it 9/16/2013 1:53:57 PM
    Commenta ()
  • Sul brand journalism, G. Rossi (FNSI) riconduce il problema alla deontologia e alla professionalità personale... Può bastare? #digitfi 13
  • È il turno di Etalia, che sarà online da ottobre. Fa leva su un innovativo modello di business
    by dig.it



    dig.it 9/16/2013 2:01:14 PM
    Commenta ()
  • Etalia produrrà contenuti in italiano e inglese. Si potranno trovare una serie di strumenti flessibili e innovativi in grado di creare rassegne stampa personalizzate
    Oltre alla visualizzazione, la piattaforma offre strumenti per la pubblicazione
    dig.it 9/16/2013 2:02:20 PM
    Commenta ()
  • Come si generano i ricavi?
    Valorizzando tutti il processo produttivi che porta alla nascita e alla diffusione dei contenuti. La redistribuzione dei ricavi generati derivati dalla vendita dei contenuti e dalla pubblicità. Il 90% rimane all'autore; il 10% alla piattaforma
    Etalia valorizzerà anche la figura del content curator. Lo Shaper, invece, sarà una figura in grado di  veicolare il proprio punto di vista rendendolo disponibile agli altri: lenti che permettono di navigare nel mondo dell'informazione su un determinato tema. Allo Shaper l'1% dei ricavi derivanti da pubblicità
    dig.it 9/16/2013 2:05:50 PM
    Commenta ()
  • Interessante la presentazione della nuova piattaforma di content curation italiana @etalia_net che sarà online il 7/10 #digitfi 13
  • Secondo Vincenzo Cosenza 
    chi tra i giornalisti gestisce i social media deve sempre avere strumenti di analisi per tenere d'occhio cosa ha funzionato di più e quale contenuto scegliere

    dig.it 9/16/2013 4:05:07 PM
    Commenta ()
  • La quote finale di lunedì, di Cosenza:
    I social non devono essere discariche di link

    dig.it 9/16/2013 4:06:07 PM
    Commenta ()
Offerto da ScribbleLive Content Marketing Software Platform