Real-time Journalism: il futuro della notizia
Il Monella

Mumble mumble...

Real-time Journalism: il futuro della notizia

Ovvero: il coinvolgimento del lettore nell'era del giornalismo post-industriale.

"Il tempo della notizia – news cycle – è passato dalle 24 ore ai 24 secondiIl real-time crea coinvolgimento alla luce - non a dispetto - di questo cambiamento"

Real-time Journalism - Il futuro della notizia fra liveblogging e coinvolgimento esplora il mondo del giornalismo in diretta e lancia la sfida dell'engagement del lettore: unica, vera unità di misura del mondo digitale.  

In parallelo con la pubblicazione di questo mio primo saggio in formato ebook, viene lanciata questa pagina come primo blog collettivo italiano sul tema, e approdo naturale per tutti i naviganti italiani nel mondo del giornalismo real-time. Consideratelo come un dialogo in tempo reale, invece che una monolitica vulgata:  un viaggio comune, non un soliloquio: così come auspico che sia il giornalismo del futuro.

Siete invitati - tecnici, giornalisti, curiosi e lettori - a commentare e inviare spunti di riflessione. 

Richiedete l'accesso alla piattaforma, e vi sarà dato. Potete usare il comodo box qui sotto. L'hashtag per la discussione è #realtimejourno: gli spunti colti su Twitter nutriranno questo liveblog, e viceversa. La mia email è lillo@ilmonella.com. 

  • Il tema del digital divide irrompe sempre con tutto il suo carico di tenebra

    dig.it 9/16/2013 8:51:56 AM
    Commenta ()
  • Ci permettiamo, in merito a digital divide, classe politica e affini, di citare un post di Serena Danna, dal suo blog eliza
    Chissà cosa pensano i venti milioni di italiani non connessi a Internet quando — mentre guardano i tg, ascoltano la radio, leggono i giornali per trovare risposte — spunta la Rete sulla bocca dei loro rappresentanti. E anche se restiamo tra i 29 milioni che si connettono almeno una volta al mese, c’è da scommettere su quanti sarebbero in grado di darne una definizione.

    dig.it 9/16/2013 8:55:24 AM
    Commenta ()
  • L'Italia è un paese disconnesso e questo le fa perdere 2 punti di Pil @AndreaSantagata #digitfi 13
  • Santagata: lettori oggi non si concentrano su una sola testata, diminuisce tempo speso su ogni testata e diminuiscono guadagni. #digitfi 13
  • @AndreaSantagata non si mette ancora al centro l'utente, il lettore digitale #digitfi 13
  • La mappa del digital divide in Italia, navigabile sul sito di SkyTG24

    da dig.it


    dig.it 9/16/2013 8:58:53 AM
    Commenta ()
  • Parla Federico Gelli, parlamentare del PD

    dig.it 9/16/2013 9:00:49 AM
    Commenta ()
  • Siamo davvero vecchi dentro? :-)

    dig.it 9/16/2013 9:01:33 AM
    Commenta ()
  • dig.it 9/16/2013 9:05:50 AM
    Commenta ()
  • Nel frattempo i workshop procedono, è il turno di Editoria on line fare, promuovere e vendere un e-book con Maria Cecilia Averame

    dig.it 9/16/2013 9:07:40 AM
    Commenta ()
  • Pasteris propone una domanda a tutti:
    Come siamo messi col mobile?

    dig.it 9/16/2013 9:09:20 AM
    Commenta ()
  • Pratellesi è il primo, gli tocca: 
    in Italia ancora non ho visto nessun editore che abbia trovato il modo di interpretare al meglio l'informazione in mobilità
    E ribatte a Giovannelli sul discorso di prima, di andare a prendere i contenuti su Twitter piuttosto che sui nostri siti di riferimento: "Twitter è una piattaforma che funziona perché seguo proprio la gente che mi interessa"
    dig.it 9/16/2013 9:10:24 AM
    Commenta ()
  • Mobile first, ma in Italia non lo fa nessuno. Neanche ilsole24ore con LaVitaNòva? @marcoprat #digitfi 13 #info #iPad
  • WOOOHOO!
    "We are trendy and we know it"
    dig.it 9/16/2013 9:15:01 AM
    Commenta ()
  • @marcoprat nel giornale 3 articoli utili, con twitter posso avere decine di documenti interessanti selezionati dai miei contatti .#digitfi 13
  • Perché comprare un giornale quando posso raccogliere i migliori 20 articoli usciti nel mondo tramite il web? @marcoprat #digitfi 13
  • Giusto tema: 

    dig.it 9/16/2013 9:18:22 AM
    Commenta ()
  • Apparte il passato remoto, ma per rendere l'idea, mica male: 

    dig.it 9/16/2013 9:20:18 AM
    Commenta ()
  • dig.it 9/16/2013 9:22:23 AM
    Commenta ()
  • Tommaso Tessarolo introduce il concetto di carnet di articoli da offrire ai lettori
    dig.it 9/16/2013 9:24:43 AM
    Commenta ()
  • Giovannelli sull'uso dei social nel locale:

    Twitter non ha ancora preso piede. L'abitudine dei nostri lettori, magari fermi al semaforo in coda, è quello di andare a vedere direttamente su VareseNews (naturalmente chi non è alla guida, giusto?)
    E questo vuol dire davvero valorizzare il prodotto
    dig.it 9/16/2013 9:27:59 AM
    Commenta ()
  • Bisogna riposizionare le informazioni sulle varie piattaforme coi linguaggi adeguati #digitfi 13
  • i giornali come piattaforme per esaltare la qualita' dei giornalisti oppure quelli bravi si staccheranno dalla testata @marcoprat #digitfi 13
  • Giovannelli:
    la singola persona può trovare anche le soluzioni ma è il giornale a dover essere da garanzia. Il progetto non è solo la persona ma è qualcosa di più. 

    dig.it 9/16/2013 9:33:04 AM
    Commenta ()
  • Prepariamoci, nel frattempo:
    e insieme a questo altri due lavori giornalistici
    dig.it 9/16/2013 9:33:52 AM
    Commenta ()
  • Quote of the day

    dig.it 9/16/2013 9:34:37 AM
    Commenta ()
  • "E' il giornale come opera collettiva che ci dà una garanzia" dice @marcogio59 #digitfi 13
  • Domanda dal pubblico: "cosa deve diventare il giornalista digitale? Oggi spesso la risposta da parte dei giornalisti è quella di chiudersi di fronte alle novità!"

    dig.it 9/16/2013 9:36:57 AM
    Commenta ()
  • Arrivano risposte al sondaggio che abbiamo lanciato:

    dig.it 9/16/2013 9:38:30 AM
    Commenta ()
  • Video, gli scorci di Dig.it
    Stiamo seguendo i lavori di #digitfi13 a Firenze, #aspettandoglocal
    da Glocalnews in lunedì 16 settembre 2013 a 11:47 via Instagram

    dig.it 9/16/2013 9:49:01 AM
    Commenta ()
  • È finito il primo panel; 5 minuti di pausa, riprendiamo fiato e ripartiamo con:
    Sperimentazioni giornalistiche Live
    Coordina Marco Renzi con Andrea Fama, Rosy Battaglia, Isacco Chiaff, Alessio Cimarelli, Andrea Nelson Mauro. Verrano presentate le tre sperimentazioni di giornalismo:
    1) Cittadini Reattivi di Rosy Battaglia, Flavio Castiglioni e Claudio Spreafico
    2) Ma chi me lo fa fare? Storie di giornalisti minacciati di Isacco Chiaff, Jacopo Ottaviani e Andrea Fama
    3) Mar Mediterraneo tomba di migranti di Alessio Cimarelli e Andrea Nelson Mauro.

    A tra poco
    dig.it 9/16/2013 10:01:06 AM
    Commenta ()
  • Eccoci di nuovo, si ricomincia
    dig.it 9/16/2013 10:01:32 AM
    Commenta ()
  • dig.it 9/16/2013 10:01:52 AM
    Commenta ()
  • I temi dei tre progetti di giornalismo che stanno per presentare:

    dig.it 9/16/2013 10:02:24 AM
    Commenta ()
  • Cominciano Isacco Chiaff, Jacopo Ottaviani e Andrea Fama
    dig.it 9/16/2013 10:02:52 AM
    Commenta ()
  • Qui potete trovare il progetto
    da dig.it


    dig.it 9/16/2013 10:05:05 AM
    Commenta ()
  • Secondo panel a #digitfi13 si parla di sperimentazioni partendo da Ossigeno che mappa i giornalisti minacciati

    Marco Giovannelli 9/16/2013 10:05:41 AM
    Commenta ()
  • Citiamo dal loro sito:
    Molti dei 324 giornalisti minacciati nel solo 2012 sono giovani, precari, forzatamente indipendenti. Un sistema che non è in grado di tutelare professionalmente i giornalisti non può certo tutelarne l’incolumità, a fronte di intimidazioni usate anche come strumento di censura preventiva.

    Ma la luce del sole può agire da disinfettante per questa piaga dell’informazione, favorendo una risposta consapevole e collettiva a intimidazioni che piovono tanto sotto forma di lettera minatoria per mano di sgherri locali, quanto sotto forma di querela a firma di rispettabili avvocati. E in più aggressioni, incendi, danneggiamenti.

    dig.it 9/16/2013 10:06:13 AM
    Commenta ()
  • E ancora:
    Una risposta, dunque, che richiede la presa di coscienza e l’intervento deciso di tutti gli attori responsabili, non sempre all’altezza di ruoli e aspettative: dalle istituzioni giornalistiche a quelle dello stato, dalla politica alla società civile, passando per gli stessi operatori dell’informazione. 

    Il fenomeno dei giornalisti minacciati è da anni attentamente monitorato dall’osservatorio Ossigeno per l’Informazione, che nei suoi rapporti annuali ha efficacemente tratteggiato i contorni di un quadro dai molti lati oscuri, insidioso, complesso, ignorato. Un iceberg la cui parte sommersa è difficile definire, “perché una delle finalità di chi intimidisce i giornalisti è proprio quella di nascondere all’opinione pubblica queste violenze e questi abusi, che perderebbero efficacia se fossero conosciuti”.

    dig.it 9/16/2013 10:06:41 AM
    Commenta ()
  • La mappa elaborata all'interno del progetto, con la densità dei giornalisti minacciati e dei casi di minaccia (dati 2012)
    da dig.it

     

    dig.it 9/16/2013 10:09:34 AM
    Commenta ()
  • Inchiesta #giornalisti minacciati: mette insieme competenze tecniche e giornalistiche su modello #datajournalism #digitfi 13
  • Inchiesta su giornalisti minacciati in Italia nasce da Osservatorio Ossigeno: ossigenoinformazione.it #digitfi 13
  • Uno degli obiettivi del progetto è quello di dare identità ai dati, umanizzare le cifre sulle minacce ai giornalisti

    dig.it 9/16/2013 10:12:50 AM
    Commenta ()
  • La pagina Facebook citata all'interno della quale, nella timeline, trovate tutti i casi di giornalisti minacciati.
    da dig.it


    dig.it 9/16/2013 10:15:11 AM
    Commenta ()
  • I dati:

    dig.it 9/16/2013 10:15:43 AM
    Commenta ()
Offerto da ScribbleLive Content Marketing Software Platform