Real-time Journalism: il futuro della notizia
Il Monella

Mumble mumble...

Real-time Journalism: il futuro della notizia

Ovvero: il coinvolgimento del lettore nell'era del giornalismo post-industriale.

"Il tempo della notizia – news cycle – è passato dalle 24 ore ai 24 secondiIl real-time crea coinvolgimento alla luce - non a dispetto - di questo cambiamento"

Real-time Journalism - Il futuro della notizia fra liveblogging e coinvolgimento esplora il mondo del giornalismo in diretta e lancia la sfida dell'engagement del lettore: unica, vera unità di misura del mondo digitale.  

In parallelo con la pubblicazione di questo mio primo saggio in formato ebook, viene lanciata questa pagina come primo blog collettivo italiano sul tema, e approdo naturale per tutti i naviganti italiani nel mondo del giornalismo real-time. Consideratelo come un dialogo in tempo reale, invece che una monolitica vulgata:  un viaggio comune, non un soliloquio: così come auspico che sia il giornalismo del futuro.

Siete invitati - tecnici, giornalisti, curiosi e lettori - a commentare e inviare spunti di riflessione. 

Richiedete l'accesso alla piattaforma, e vi sarà dato. Potete usare il comodo box qui sotto. L'hashtag per la discussione è #realtimejourno: gli spunti colti su Twitter nutriranno questo liveblog, e viceversa. La mia email è lillo@ilmonella.com. 

  • It is important to set out goals for your networks. I don't know any outlets using Instagram, for instance, to build up traffic. But Instagram or Vine are great at building and maintaining a good relationship with your community. Basically, you have to be where your audience is. The platform is irrelevant.
    Ivan Lajara 9/3/2013 4:46:15 PM
    Commenta ()
  • NPR uses social media to drive authentic engagement with our audience where they already live.
    Kate Myers / NPR 9/3/2013 4:46:43 PM
    Commenta ()
  • Building off of these points, another reader question...
    Allendria 9/3/2013 4:48:11 PM
    Commenta ()
  • How do you know what social networks are "right" for your outlet? For example, some news organizations are doing some really cool things with Instagram and Pinterest - others think just using Twitter is the better fit.
    Cassie Gill 9/3/2013 4:48:11 PM
    Commenta ()
  • Cassie, going back to what Ivan said -- you have to discern what your goals are for an effort, and measure success. You also have to understand the culture of that platform before you jump on to it.
    Kate Myers / NPR 9/3/2013 4:49:07 PM
    Commenta ()
  • And you also have to decide how best to spend your most scarce resource -- your time and attention.

    What's the best way to get return on that investment?
    Kate Myers / NPR 9/3/2013 4:49:34 PM
    Commenta ()
  • Great question, Cassie. It really depends on the size of the organization, the goal and the scale. For smaller newsrooms, I usually suggest focusing on Facebook and Twitter, as those are the networks that will generate the most valuable engagement and conversations. But you can always experiment with others, or use other networks for specific projects. So you could have a specific board on Pinterest for a food or fashion project; or a Man on the Street-type Tumblr; or Instagram contest. The possibilities truly are endless. But you have to have goals and be able to determine how to measure success. Fail fast, as they say.
    Ivan Lajara 9/3/2013 4:52:20 PM
    Commenta ()
  • A couple pieces of practical advice we give out in the newsroom to decide whether or not something is "right" for you:

    1) If it doesn't work, stop. If you aren't finding that you are getting anything out of your tumblr, I'd rather you stop it than keep going.
    2) Keep watching the re-evaluate often (You'll see me posting in fits and starts on NPR's G+ page, for instance)
    3) If you are in doubt, ask the community: www.reddit.com
    Kate Myers / NPR 9/3/2013 4:53:08 PM
    Commenta ()
  • What value do you find in Google+ as journalist? What future do you foresee for it, and where do you think Facebook will be in 5-10 years time?
    lillomontalto 9/3/2013 4:53:28 PM
    Commenta ()
  • Google+ has a great opportunity to help us reinvent user engagement -- I think Hangouts are a great way to open up broadcasting to non-broadcast organizations.

    However, I'm skeptical of using one social network to predict success on another -- we know what works on Facebook doesn't necessarily work on Twitter, so I don't think it any of that will automatically work on Google+.

    As for Facebook, I'm not usually one to predict the future -- but I'm as curious as anyone as to what they'll do. They tend to set "the best interests of the user" as their north star, so hopefully whatever they do will be with those users in mind.
    Kate Myers / NPR 9/3/2013 4:57:40 PM
    Commenta ()
  • Google+ is indeed an interesting platform, since it's integrated with the rest of the Google environment. So I wouldn't dismiss it, though engagement is currently low, especially if compared to Facebook. Which brings us to the next point, we don't know what will be the next big thing 5 or 10 years from now (or 5 months from now for that matter). Remember MySpace? I suspect mobile will be a big part of the next step in the evolution of social networks, which is, in a way, already happening.
    Ivan Lajara 9/3/2013 4:58:05 PM
    Commenta ()
  • I also am watching how different platforms redefine user engagement -- live chats for instance, facebook, reddit, g+ with hangouts. I'm also watching Medium and Rap Genius (among others) with annotations and contextual commenting.
    Kate Myers / NPR 9/3/2013 4:59:22 PM
    Commenta ()
  • I should also note that I have a sweet spot for Google+, because it's integrated with Google Glass and I happen to be a Glass explorer.

    Ivan Lajara 9/3/2013 5:00:15 PM
    Commenta ()
  • Well, it has hit the hour, and I think the future of social media is a good note on which to end our chat today.

    A big thank you to our enlightened guests. I really enjoyed chatting with you today about how you and your organizations are staying ahead of the curve.
    Allendria 9/3/2013 5:02:51 PM
    Commenta ()
  • I can't predict the future, but I can tell you that I'm loving how social media and new platforms are changing the way we can tell stories. Three quick examples:

    * twitter.com - @NPRCodeSwitch's re-Tweeting of the summer of 1963
    * seedtoshirt.tumblr.com (and the kickstarter) from Planet Money - following the path of a teeshirt from, well, seed to shirt
    * returntoiowa.tumblr.com - taking 3 veteran political reporters and sending them back to Iowa on bikes. And having them document their summer vacation on a tumblr.
    Kate Myers / NPR 9/3/2013 5:03:38 PM
    Commenta ()
  • Thanks for having us, Allendria, and thanks for all your questions, everyone!
    Kate Myers / NPR 9/3/2013 5:04:15 PM
    Commenta ()
  • I'd like to thank you all and Scribblelive for having us. And remember to have fun. I can't stress that enough.
    Ivan Lajara 9/3/2013 5:04:55 PM
    Commenta ()
  • Indeed.

    If anyone is interested in learning more about social networks, communities and how they integrate with ScribbleLive, you can also check out our Training Wiki page on the subject or take the course about it.

    Thanks to everyone for their participation!
    Allendria 9/3/2013 5:08:04 PM
    Commenta ()

  • Ieri è andata  qui in onda una live chat condivisa dal titolo Social Networks e Comunità Virtuali

    Nel panel di esperti che hanno discusso con la giornalista di ScribbleLive, Allendria Brunjes: Kate Myers di NPR e Ivan Lajara di Digital First Media, guru "da 17 colonne di Tweetdeck aperte simultaneamente" di due giganti dell'informazione statunitense. 

    Al centro del dialogo ci sono state le varie tecniche per sfruttare networks e comunità online per la creazione, curatela e promozione di contenuto. Qui sotto potete rileggervi la conversazione, in ordine cronologico inverso (perdonatemi, oggi non riesco a farne un riassunto come si deve! ARGH!)

    by lillo on Sep 4, 2013 at 11:23 AM

    lillo 9/4/2013 9:25:08 AM
    Commenta ()
  • Dieci nuovi tipi di giornalista (inesistenti fino a 10 anni fa)

    • Giornalista programmatore (ci sto lavorando su)

    • Data journalist (nota: il giornalista che utilizza tecniche CAR, Computer Assisted Reporting, è in giro almeno dagli anni '80) 

    Computer-assisted reporting

    Computer-assistedreporting describes the use of computers to gather and analyze the data necessary to write news stories. computers, ... via WikipediaWikipediavia Wikipedia at 10:30 AM

    • Community manager
    • Social media manager
    • Curatore
    • Collaborations editor
    • User generated content verification desk (colui che si occupa di verificare se il materiale social utilizzato per le storie è affidabile)
    • News applications developer e designer
    • Staff technologist/security
    • Trans-media producer

    Aggiunti da altri:

    • Associate Animals Editor a BuzzFeed
    • Sensor journalist
    • Drone journalist
    • Innovations editor
    • Graphic journalist
    • Visualizations editor /  Interaction Design Editor
    • Web editor (non sono d'accordo con questo, dieci anni fa già ci stava)
    • VP of Digital Services
    • Director of User Experience & Analytics
    Aggiungerei: engagement editor. 



    Curioso: non trovo il mio. Se dovessi definire ciò che faccio, lo farei con l'espressione: potpourri annacquato di alcuni dei succitati, ma da dietro le quinte. 

    by lillo


    Tratto da: http://jcstearns.tumblr.com/post/60021258737/10-journalism-jobs-that-didnt-exist-10-years-ago Una lista sviluppata da una discussione Twitter sul tema.

    lillo 9/4/2013 9:40:56 AM
    Commenta ()
  • Quite a nice tech solution for #Obama visit to #Sweden http://www.svd.se/nyheter/inrikes/obamas-historiska-besok_8484360.svd?sidan=11 @SvD #realtimejourno
  • RIngrazio Alessandro per il feedback dato su Facebook, e per i link interessanti condivisi... 

    by lillo on Sep 4, 2013 at 12:17 PM

    sulla questione della verifica delle notizia e dei social (sia LSDI - molto autorevolmente sia io - sul mio inutile blog) abbiamo postato notizie sulla OpenNewsroom di Storyful:

    lillo 9/4/2013 10:20:02 AM
    Commenta ()
  • @lillomontalto @marcogio59 tanto per tenere aggiornata la lista delle idee sulla sostenibilità del giornalismo goo.gl/RsxIcu
  • “@wireditalia: A #IFA13 Lenovo presenta i nuovi portatili 2-in-1 e trasformisti gadget.wired.it/news/mondo_com…” #realtimejourno
  • Ho notato con piacere che Lillo ha ritwittato il link che gli avevo mandato questa mattina: Startup giornalistiche, dieci modi per stare sul mercatoL'articolo riporta in Italiano un approfondimento fatto da Sarah Marshall sulla sostenibilità di quello che nei paesi anglosassoni si chiama investigative journalism e che si può tradurre con giornalismo di inchiesta

    E' interessante che tra le varie possibilità venga inclusa anche la syndication, uno dei servizi più interessanti integrati in alcune forme piattaforme di Liveblogging, come Scribble Live. Certo dicono anche che non è LA soluzione economica.
    da Virginia Fiume

     La domanda è: un contenuto condiviso a livello globale, visualizzato da un numero possibilmente esponenziale di persone, con una qualità e un aggiornamento in tempo reale non diventa un incentivo per altre forme di sostegno? Per esempio, tra quelle citate da Marshall: crowdfunding, contributi dei lettori, care vecchie inserzioni pubblicitarie....


    Virginia - Perypezye Urbane 9/5/2013 12:32:23 PM
    Commenta ()
  • Dimenticavo: un caldo benvenuto in questo spazio di discussione a Virginia Fiume, consulente media, realtime storyteller ed esperta di comunicazione.
    Qui trovate i suoi contatti:

    Twitter: @gillafiume
    Sito internet: www.virginiafiume.com

    La famiglia #real-time si amplia. Se volete partecipare, gestire una live chat su queste pagine o avete qualche spunto interessante da offrire nell'ambito del dibattito aperto sul futuro del giornalismo alla luce di #realtime e coinvolgimento del lettore, siete invitati a inviarmi una mail (lillo@ilmonella), twittare all'hashtag #realtimejourno o commentare col bottoncino qui in alto!

    Tutto molto facile.

    lillo 9/5/2013 12:44:20 PM
    Commenta ()
  • Il grande Steve Buttry di Digital First Media utilizza un liveblog per annunciare i premi alle migliori storie e ai migliori giornalisti del mese. Quella che in inglese viene chiamata internal com: il #realtime crea coinvolgimento non solo tra i lettori, ma anche tra gli stessi addetti ai lavori.

    lillo 9/6/2013 9:11:01 AM
    Commenta ()
  • #Realtimejourno: parlano i numeri.

    Un comunicato stampa un po' vecchiotto, di cui prendo coscienza solo ora (ah, se solo lo avessi notato mentre scrivevo il libro, per il quale ho cercato invano di intervistare il product manager di ITV all'epoca)

    Dunque, nel Marzo 2012 ITV, uno dei principali networks televisivi del Regno Unito, decide di rilanciare una sezione del proprio sito tanto fondamentale quanto agonizzante: quella delle NEWS.

    Il nuovo design di http://www.itv.com/news/, pensato intorno al concetto di flusso (stream) di notizie #realtime - un flusso ottimizzato per tutte le piattaforme mobile - permette all'utente di consumare il prodotto giornalistico con rapidità ed efficacia, in maniera facile e intuitiva, quasi si scrollasse il feed di notizie di Facebook. 

    Mi è capitato, durante una visita ad una redazione italiana, di ricevere un commento tanto pungente quanto eloquente, che dice molto sulle priorità di alcuni giornalisti, italiani e non: spiegando l'importanza del tempo speso in pagina dal lettore, e del suo coinvolgimento, un giornalista mi ha interrotto precisando, senza troppi giri di parole, che parlare di engagement time era solo aria fritta, in un mondo in cui la metrica chiave è e rimane ancora quella del volume grezzo di traffico. 

    Ebbene, queste statistiche diffuse da ITV sono la migliore risposta a quel giornalista: da quando è stato lanciato il nuovo design della sezione notizie, che in pratica trasforma questa in un grande e continuo liveblog aggiornato 24h su 24 - il traffico 'old-school' (pagine viste e utenti unici) è aumentato in maniera esponenziale. 

    Come dico nell'ebook, il #realtime crea valore a dispetto dei parametri qualitativi su cui si decide di basare la propria attività di giornalista.

    by lillo

     
    Following the launch of its 24 hour rolling news site in March 2012, ITV News has increased its traffic by six times, achieving a 456% increase in average weekly unique browsers. Highlights include:
     
     - The product achieved a record 3.9 million unique browsers visiting the site in January 2013, up 518% year on year.
     
    - The average number of monthly unique browsers was 2.2 million in 2012 compared with 711,000 in 2011, achieving an uplift of 213% year on year (week 1-52 2011 vs. week 1-52 2012).
     
    - The ITV News site achieved an average of 860,000 weekly unique browsers in 2013 compared with an average of 155,000 in 2012, achieving a 456% increase year on year (week 1-9 2012 vs. week 1-9 2013).
     
    - Following the launch, an average 30% of unique browsers viewed the site from mobiles and tablets in 2012.  In 2013, this has grown to an average of 48% indicating that nearly half of all unique browsers are engaging with the site via mobile and tablet devices (week 12-20 2012 vs. week 1-9 2013).
     
    The news site, which is optimised for use on mobiles and tablets, is packed with broadcast quality video bringing real-time rolling news to the public in a brand new slick and efficient digital product. 
     

    lillo 9/6/2013 9:53:48 AM
    Commenta ()
  • L'esperienza @itvnews s.scrbliv.me/17cNKzj #realtimejourno: parlano i numeri. Non solo engagement, ma anche CLICKS @pedroelrey
  • Menzionato l'interessante case study @deltatre nell'ebook su #realtimejourno inform-ant.com/it/ebook/real-… grazie @CDM!
  • #Cernobbio 2013, il Forum Ambrosetti in diretta s.scrbliv.me/1cOkSQc via @sole24ore @dbellasio @lucasalvioli #realtimejourno
  • RT @la_stampa: Liveblog- La Camera al voto sul Comitato per le riforme bit.ly/YgAA3m #OPENCAMERA @andreasarubbi #realtimejourno
  • 7 insights into social strategy at The Economist journalism.co.uk/a553981 #realtimejourno, somehow.
  • Trying tweeting and liveblogging at the same time from the new @scribblelive app. Awesome.
    lillo 9/8/2013 7:45:52 PM
    Commenta ()

  • lillo 9/9/2013 9:45:23 AM
    Commenta ()
  • Cosa succede se un giornale (cartaceo) pubblica "voci", non verificandole?

    Una cronistoria di giornalismo politico italiano su Valigia Blu, a cura di Arianna Ciccone
    da Virginia Fiume

    Arianna si concentra per prima cosa sul concetto di "voci" e sulla qualità dell'informazione su un determinato tema nei giorni successivi al "lancio shock" (riprese, diritto di replica, approfondimento,...). 

    A questo io aggiungo uno spunto: e se il Corriere (in questo caso) facesse un liveblogging sulle primarie del Pd, non solo a ridosso di un eventuale congresso o dell'apertura dei gazebo, ma lungo quanto è lungo il percorso di avvicinamento, non ci sarebbero tutti gli spazi di approfondimento necessari e nello stesso tempo un'arena di discussione sul gossip politico se è vero quello che afferma Luca Sofri, che le voci servono a vendere le pagine di politica dei giornali.

    Senza contare che lo spazio diventerebbe inoltre un utile deposito di materiali per articoli successivi, anche nelle versioni cartacee. 


    Virginia - Perypezye Urbane 9/9/2013 9:45:32 AM
    Commenta ()
  • Tutti i materiali dell'edizione del 2012 www.lsdi.it

    dig.it 9/9/2013 1:41:06 PM
    Commenta ()
  • So this is how you prepare an #realtimejourno event properly: s.scrbliv.me/1awuDoH @jsource
  • Il 16 e 17 saremo a Firenze con @varesenews @mammanodavid per #digitfi 13 è già online il live blog live.varesenews.it/Event/digit @lillomontalto

  • Lunedì 16 - ore 9,30-11,00
    Device e news, le tre dimensioni del giornalismo on line: le piattaforme, gli strumenti e i linguaggi

    Coordina Vittorio Pasteris con Tommaso Tessarolo (esperto di comunicazione), Andrea Santagata (Banzai), Marco Giovannelli (Varese News) Marco Pratellesi (Gruppo l’Espresso), Federico Gelli (Parlamentare Pd).

    dig.it 9/9/2013 2:59:47 PM
    Commenta ()

  • Lunedì 16 ore 11,15-12,45
    Sperimentazioni giornalistiche Live

    Coordina Marco Renzi con Andrea Fama, Rosy Battaglia, Isacco Chiaff, Alessio Cimarelli, Andrea Nelson Mauro.
    Verrano presentate le tre sperimentazioni di giornalismo:
    1) Cittadini Reattivi di Rosy Battaglia, Flavio Castiglioni e Claudio Spreafico
    2) Ma chi me lo fa fare? Storie di giornalisti minacciati di Isacco Chiaff, Jacopo Ottaviani e Andrea Fama
    3) Mar Mediterraneo tomba di migranti di Alessio Cimarelli e Andrea Nelson Mauro.

    dig.it 9/9/2013 3:18:17 PM
    Commenta ()

  • Lunedì 16 ore 14,30-16.00
    Branded content marchette o giornalismo?

    Carlo Sorrentino (Università di Firenze), Davide De Crescenzo (Intoscana), Giovanni Rossi (Fnsi), Giancarlo Ghirra (Ordine dei Giornalisti), Provincia di Firenze.

    dig.it 9/9/2013 3:28:47 PM
    Commenta ()

  • Lunedì 16 ore 16.30-18.00
    L’analisi dei social network deve diventare adulta, i like non sono voti ne propensione all’acquisto

    Coordinano Giovanni Boccia Artieri (Sociologo Università di Urbino) Nicola Bruno (Effecinque) con Vincenzo Cosenza (Blogmeter), Pierluca Santoro (Il Giornalaio), Mario Tedeschini Lalli (Gruppo l’Espresso).

    dig.it 9/9/2013 3:36:12 PM
    Commenta ()
Offerto da ScribbleLive Content Marketing Software Platform